Smartphone: mercato in contrazione nel I trimestre 2016

Share

Smartphone: mercato in contrazione nel I trimestre 2016

E mentre i puristi sottolineano con forza "Samsung is not Android" (trad.: "Samsung non è Android") a causa delle pesantissime personalizzazioni al software, si affermano come nuovi colossi, grazie a pesanti incrementi delle vendite, marchi come Huawei che sfida Apple e Samsung con il P9 Plus modello di punta con ottica e software di gestione Leica; sulla scia di Huawei escono prepotentemente dall " anonimato" marchi come OPPO, Xiaomi e Vivo.

Il cambiamento è per certi versi sorprendente. Secondo i dati preliminari della società di ricerca Idc, nel primo trimestre del 2016 si è registrato il minimo storico nella crescita delle consegne, solo lo 0,2% - con 334,9 milioni di dispositivi venduti nel mondo - rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Avanzano invece sul mercato globale le compagnie cinesi. IDC infatti è convinta del fatto che alla luce di questa maturazione, i consumatori tendono a sostituire i propri smartphone ad un ritmo inferiore o, peggio, preferiscono rivolgersi ad altri marchi piuttosto che Lenovo e Xiaomi. Di contro, è salito il prezzo medio dei device (ASP) dai 207 dollari del 2013 ai 257 dollari del 2015. Per Xiaomi, invece, i problemi nascono dalla concorrenza interna: l'azienda cinese ora non sarebbe più la sola a offrire smartphone a costi ridotti.

Samsung si conferma leader nel mercato degli smartphone a livello mondiale, nonostante un calo anno su anno delle spedizioni dello 0,6%. Più negativi i dati di Strategy Analytics che registrano la prima contrazione delle vendite: -3%. Infatti, Apple avrebbe prodotto solo 51 milioni di iPhone nel Q1 di quest'anno con una decrescita del 15,3% rispetto agli altri anni e la spiegazione è da impuntarsi ad uno scarso interesse degli utenti nei confronti dell' iPhone 6s.

Apple alla fine del mese di Aprile quando ha pubblicato il suo rapporto dei guadagni relativo ai primi tre mesi del 2016 ha detto che per la prima volta le vendite di iPhone sono calate, ma sembra che il gigante di Cupertino non è l'unico che lotta in un mercato che da parecchi mesi viene definito dagli analisti come 'saturo', almeno nei mercati sviluppati.

Vanno decisamente bene le cose per Huawei che ha visto le sue spedizioni salire dai 17,4 milioni di unità del primo trimestre del 2015 ai 27,5 milioni in questo trimestre con un tasso di crescita anno su anno del 58,4%.

La pressione dei produttori cinesi è evidente, così come è evidente la difficoltà a contrastarli incontrata dalle aziende che hanno dominato i mercati occidentali. Nel 2015, meno del 10% delle spedizioni di Vivo erano al di fuori della Cina. Nel primo trimestre del 2016, Vivo ha raggiunto i 14,3 milioni di unità vendute ed un 123,8% di crescita anno su anno.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.