Mille Miglia: quattro tappe,. anche in pista a Monza

Share

Mille Miglia: quattro tappe,. anche in pista a Monza

L'appuntamento annuale è un must per tutti gli appassionati, un'occasione per ammirare automobili straordinarie gareggiare insieme su un percorso d'eccezione, che viene modificato ogni anno per "toccare" il numero maggiore possibile di provincie (saranno 19 in questa edizione). Quattro giorni per quattro tappe. I bolidi della MilleMiglia proverranno da via Briantea per poi immettersi in via Broseta, toccaranno piazza Pontida, piazza Matteotti (dove ci sarà la sosta per il timbro) e via Tasso, per proseguire poi verso via Borgo Palazzo in direzione di Seriate.

Brescia, 21 mag. - E' partita da Roma la terza tappa della Mille Miglia 2016. Dopo il Controllo di Piazzale Michelangelo a Firenze, la Mille Miglia a superato i Passi della Futa e della Raticosa, per poi raggiungere Bologna, Modena, Anzola dell'Emilia, Reggio Emilia, e Parma, conclusione della tappa. La domenica mattina la carovana ripartirà per affrontare la quarta e ultima tappa, e risalendo da Parma si dirigerà verso Lodi. Questo è un passaggio che durante la Mille Miglia di velocità non avvenne mai, ma gli organizzatori hanno voluto rendere omaggio al pilota lodigiano Eugenio Castellotti, a sessant'anni dalla sua vittoria, quando, venticinquenne, conquistò la ventitreesima Mille Miglia alla guida della sua Ferrari 290 MM, lungo 1600 chilometri ininterrottamente battuti dalla pioggia. Si pensi che per vincere la Mille Miglia occorre superare 90 prove ed avere un errore medio poco superiore ai 2 centesimi di secondo. Prima di giungere nella città lombarda, le automobili si fermeranno a Chiari, città natale di Franco Mazzotti, ideatore della competizione. Il percorso rimase quasi lo stesso: andata e ritorno Brescia-Roma con la partenza e l'arrivo previsti sempre in Viale Venezia.

Mille Miglia 2016. La leggenda è di nuovo sulle strade: ha preso il via oggi a Brescia lo storico percorso che, attraversando mezza Italia, arriva a Roma per terminare nuovamente a Brescia. Fra esse figureranno stelle del calibro della Ferrari 340 che portò Villoresi al trionfo della 1000 Miglia nel '51 o l'Alfa Romeo 6C 2300 Pescara, di proprietà di Benito Mussolini: corse nel 1936 guidata dall'autista del Duce. Appena dietro troviamo Lancia con 25 modelli, Ferrari con 22, Porsche con 21, Jaguar e Bugatti con 20 e Aston Martin con 17. In tutto hanno aderito equipaggi provenienti da 36 Paesi: naturalmente, l'Italia continua a essere maggiormente rappresentata con 269 partenti. In crescita le rappresentanze dalla Germania, con 124 persone (su 172 iscrizioni), Olanda con 75 (su 115), Regno Unito pure con 75 (su 117), Stati Uniti d'America con 65 (su 66), Svizzera con 43 (su 65), Belgio con 37 (su 58) e Argentina con 19 (su 24).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.