Milan sconfitto a testa alta: "Miglior partita". Ma Calabria…

Share

Milan sconfitto a testa alta:

"Ho visto qualcosa di mio in questa squadra, ma ovviamente sono deluso dal risultato finale".

"Purtroppo ci è mancato il gol e loro hanno avuto quest'occasione e ci hanno puniti".

Brocchi in caso di impresa, ha però chiesto di non esaltarsi: "Vincere sarebbe qualcosa di stupendo, soprattutto per chi ha sofferto per il Milan in questi anni".

"Questa sconfitta fa male per la prestazione del Milan, per l'atteggiamento, stasera abbiamo fatto una buona gara, avevo chiesto determinazione, spirito di squadra, l'avevo preparata bene a livello tattico secondo me, i ragazzi hanno fatto quanto avevo loro chiesto". "Si, abbiamo avuto diverse occasioni e se avessimo avuto più lucidità avremmo fatto meglio in fase di finalizzazione". Dopo la premiazione, il presidente Berlusconi si è attardato a lungo negli spogliatoi anche se Brocchi precisa: "In cuor mio è normale che abbia la voglia di restare, ma non ho avuto modo ancora di parlare col presidente".

Il futuro cambierà radicalmente: "Non lo so se questa sconfitta può cambiare qualcosa". Su Calabria invece ha preferito difendere il ragazzo: "È stato un ribaltamento, sono partiti velocissimi e ci siamo fatti trovare un po' scoperti. Non credo sia stata colpa di Calabria, che ha giocato una partita eccezionale". Ad avere la meglio è stata la Juventus, che ha sbloccato il risultato solo ai supplementari con la rete del neo entrato Alvaro Morata. Atteggiamento positivo, personalità e voglia di vincere: le mie squadre devono avere questo prima di tutto. Ma non mi faccio fregare più perché anche prima della Roma avevano fatto bene. "Ma questo è il calcio".

Rammarico per le occasioni buttate via nel corso della stagione? "Domani l'unico aspetto importante è la squadra, che ha la chance di dare una grande gioia ai tifosi e al club".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.