Scuola, via al concorsone: 165mila docenti per 63mila cattedre

Share

Scuola, via al concorsone: 165mila docenti per 63mila cattedre

Concorso Scuola 2016: com'è l'esame?

Giorno 28 aprile, saranno sei - Storia dell'arte, Laboratori di liuteria, Scienze, tecnologie e tecniche agrarie, Scienze e tecnologie nautiche, Design del libro e Laboratori di scienze e tecnologie meccaniche - le classi di concorso che avvieranno gli scritti: tre in mattinata e tre nel pomeriggio. Tra le regioni che hanno presentato più domande, troviamo la Campania.

Circa 2500 le sedi di esami, per ben 93 differenti tipologie di prova.

Quali sono le domande del concorso docenti 2016?

Concorso Scuola 2016: nessuna domanda sulle Avvertenze Generali?

#Scuola: Al Via Il #Concorsone.

E ricordato che il concorso - oltre 63 mila posti in tre anni con i primi prof in cattedra già da settembre - prevede "prove innovative che tengono conto del fatto che i candidati sono già abilitati". Il punteggio finale si compone inoltre dei punti assegnati dalla commissione in relazione ai titoli (20 al massimo). La Buona scuola di Renzi però ha cambiato per l'ennesima volta le carte in tavola: quell'abilitazione, ora, non serve più, e per diventare docenti di ruolo bisognerà passare dal concorso. Chi vincerà il Concorso avrà il posto come insegnante a tempo indeterminato. I numeri sono questi: 6.933 per l'infanzia;. E' questa la richiesta dell'Associazione, una fase transitoria che permetta alla Terza Fascia di abilitarsi nei prossimi 5 anni partecipando a corsi riservati a chi ha acquisito punteggio con il sevizio prestato quotidianamente dietro una cattedra. Meno posti hanno invece musica e strumento musicale (1.709) e storia dell'arte, disegno e immagine (1.371), mentre non arrivano nemmeno a un migliaio le posizioni per filosofia e storia, scienze umane (790) e scienze naturali, chimiche e biologiche (573). Le domande di partecipazione al concorso si sono chiuse lo scorso 30 marzo: sono 165.578 le.

Per sostenere la prova, i candidati dovranno presentare un documento di riconoscimento, il codice fiscale e una copia della ricevuta di versamento dei diritti di segreteria (versamento che potrà essere regolarizzato eventualmente anche nei giorni immediatamente successivi). Finalmente, lo possiamo dire, si parte. Per un totale di candidati che arriva ad oltre 165mila presenze.

A partire dal 28 aprile migliaia di insegnanti si siederanno alle loro postazioni affrontando una "prova al buio".

C'è poi l'enorme incognita della prova scritta computer-based, che si svolgerà in contemporanea in tutta Italia. Notizia sui social: in alcune. "Il M5S continuerà a fare quanto in suo potere per garantire il buon funzionamento delle scuole e per valorizzare i docenti abilitati, in attesa di andare noi al Governo e riportare giustizia ed equità in questo Paese". Oggi la prima prova scritta, ma ci viene segnalato che in alcune sedi sarebbero state allertate le forze dell'Ordine per presunte irregolarità. Nessuna conoscenza nozionistica, assicura il ministero, ma un accertamento delle competenze didattiche e metodologiche.

Concorso scuola docenti, da chi sarai esaminato?

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.