Facebook: Garante della Privacy contro i profili fake

Share

Facebook: Garante della Privacy contro i profili fake

Inoltre il Garante obbliga Facebook a bloccare tutti i profili fake a tutela degli altri utenti italiani e fornire all'utente non solo i contenuti che lo riguardano ma anche le modalità con le quali vengono trattati i suoi dati. L'Italia purtroppo è uno dei paradisi dell'illegalità per quanto concerne internet: i profili falsi su Facebook abbondano infatti sin dall'arrivo del popolare social network. Si tratta della prima pronuncia del Garante della privacy nei confronti del colosso di Menlo Park.

Nello specifico il Garante avrebbe agito in risposta al ricorso di un utilizzatore del social network che sarebbe stato vittima di ricatti da parte di un proprio contatto conosciuto attraverso Facebook; dei veri e propri tentativi di estorsione perpetrati attraverso un account fasullo nel quale venivano pubblicati filmati e immagini appositamente modificati.

"Il ricorrente sosteneva, inoltre, che il 'nuovo amico' - visto il suo rifiuto di sottostare alle richieste di denaro - avrebbe creato un falso account, utilizzando i suoi dati personali e la fotografia postata sul suo profilo, dal quale avrebbe inviato a tutti i contatti Facebook dell'interessato fotomontaggi di fotografie e video gravemente lesivi dell'onore e del decoro oltre che della sua immagine pubblica e privata", si legge nella nota del Garante. L'estorsore dopo aver chiesto e ottenuto la sua "amicizia", avrebbe inizialmente intrattenuto una corrispondenza confidenziale, poi sfociata nei tentativi di reato. Le informazioni devono essere comunicate in forma intelligibile e devono comprendere tutto ciò (notizie, foto, ecc.) che è presente nei profili aperti sul social a nome dell'interessato, compresi i cosiddetti fake, ovvero gli account falsi. "Ha quindi ordinato a Facebook di comunicare all'interessato tutte le informazioni richieste entro un termine preciso", prosegue. L'Italia, in questo, si è fatta sentire e ora Facebook è chiamata a rispondere e presto informerà tutti gli utenti italiani di tutto quello che hanno bisogno di sapere sul proprio account. Se è vero che Facebook Italy s.r.l. "ha per oggetto la fornitura di servizi internet e di servizi di vendita, la vendita di spazi pubblicitari on-line, il marketing ed ogni attività connessa" e che l'azienda italiana non è direttamente incaricata del trattamento dei dati, spiega il Garante, il trattamento "viene comunque svolto nel contesto delle attività di Facebook Italy s.r.l." e "le attività delle due società sono inestricabilmente connesse poiché l'attività svolta da Facebook Italy s.r.l. è volta a rendere economicamente redditizio il servizio reso da Facebook Ireland Ltd".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.