Cessione Milan, una firma potrebbe arrivare lunedì

Share

Cessione Milan, una firma potrebbe arrivare lunedì

Sul web impazzano nomi di possibili acquirenti per il Milan e il popolo rossonero si scalda. Il miliardario cinese è già proprietario del Guangzhou Evergrande, in passato allenato da Marcello Lippi e Fabio Cannavaro. Ma i suoi sogni sono gli stessi di una nazione sempre più attratta dal calcio e che dopo quella batosta ci restò male. "A breve sarà scritta nuova pagina con Suning" prosegue Bellinazzo. L'ex presidente del Consiglio starebbe prendendo in seria considerazione l'offerta cinese, ma lo stesso presidente di Alibaba Ma ha risposto con toni ironici su Weibo, la versione cinese di Twitter. Ma non arrivano conferme, anzi.

Con il campionato ormai deciso e le squadre italiane fuori dall'Europa, a tenere banco in questi giorni è il futuro societario del Milan.

La proposta al vaglio del presidente del Milan prevederebbe un iniziale acquisto del 70% delle quote della società, seguito dal restante 30% entro un anno. Stando alle nostre fonti la firma dell'accordo preliminare arriverà nel prossimo weekend a borse chiuse.

In attesa di formalizzare la cessione della società ai cinesi, nel giorno dell'anniversario dello scudetto numero 15, ed in attesa del delicatissimo match contro il Frosinone, è iniziata l'assemblea dei soci azionisti rossonera: assenti Barbara e Paolo Berlusconi. "Nel corso dell'ultimo esercizio - si legge sul sito di calcio e finanza - l'azionista di maggioranza Fininvest S.p.A. ha provveduto ad effettuare versamenti in conto capitale e/o copertura perdite per complessivi 150 milioni di euro". Una cifra ben inferiore da quella promessa oltre un anno fa (1 miliardo e 200 milioni di euro) dal broker finanziario Bee Taechaubol, svanito nel nulla. Va detto che Lippi probabilmente direbbe sì anche ad un progetto berlusconiano di Milan dei giovani, dove fra l'altro avrebbe meno da rischiare come immagine. Dai continui cambi di allenatore al parco giocatori che non sembra all'altezza della storia e del blasone del club rossonero, fino alle ultime sessioni di mercato che sono state contraddistinte da scelto quantomeno discutibili. Ho sentito che Mike Tayson dei Lakers è stato ultimamente a Milano, ma non sono sicuro se era il Milan.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.